Notturno …

Il mare. L’aria “annusa” dolci melodie. Quando si è tristi si scorgono però mesti pensieri all’orizzonte, e sembra che angeli grigi cavalchino i flutti. Porto il sole alle persone che mi circondano, perciò non posso farmi prendere da inutili ipossie, sono un punto di riferimento per tanti. Eppure questo mondo non mi appartiene, non mi piace. Immeritatamente troppi vengono costretti a fare i precari funamboli. Solo la madre dei cretini è sempre incinta e sempre in salute. Che mondo ingiusto. Meno male che esiste chi vuol bene al prossimo (sparuta minoranza). Il mare stanotte è uguale a tante altre volte. Nessun Vesuvio lo è più di questo ! Penso, con un pizzico di cinismo, a queste lande campane devastate dalla sua eruzione. Ed io tranquilla e distaccata siedo sui colli romani a pensare alla cenere che mi invade la magione partenopea. Continuerò a donare tanto amore al prossimo se non altro perché ho sangue blu nelle vene.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...